“NON SOLO SPORT”

“IL CONTRIBUTO ITALIANO ALLA SCOPERTA DEL BOSONE DI HIGGS”

Grande il successo riscosso dalla conferenza “Non solo Sport. Il contributo italiano alla scoperta del Bosone di Higgs” organizzata dalla Sezione UNVS “Giuseppe Vismara” di Viterbo dal suo presidente, Domenico Palazzetti, che ha portato nella città dei Papi importanti esponenti del Mondo Scientifico Internazionale.

 

L’evento, straordinario nel suo genere, è stato organizzato insieme al Panathlon Club di Viterbo con il patrocinio del Comune di Viterbo e dell’Università degli Studi della Tuscia, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi della Tuscia, in via Santa Maria in Gradi a Viterbo. 

All’incontro hanno presenziato: Alessandro Ruggieri, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, i rappresentanti delle istituzioni locali, i Club Service e una folta rappresentanza della Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare di Viterbo.

Alessandro Ruggieri, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, congratulandosi con il presidente della Sezione UNVS e Panathlon Club, ha sottolineato il suo stupore ma allo stesso tempo soddisfazione “per la presenza di un pubblico così tanto numeroso accorso per un pomeriggio di Studi di così alto livello scientifico”.

L'argomento centrale della conferenza è stato il Bosone di Higgs. L'assegnazione del Premio Nobel per la Fisica 2013 all'inglese Higgs e al belga Englert è stato l'epilogo di una lunga serie di studi e ricerche portati avanti con tenacia e determinazione nei laboratori del Cern di Ginevra da scienziati di tutto il mondo. C’è stato il contributo di 3mila scienziati provenienti da 170 Università di 38 Paesi. L’Italia ha partecipato con 250 ricercatori di 13 Università. Alcuni di questi scienziati sono stati ospiti della Sezione viterbese intrattenendo e illustrando minuziosamente, seppur in modo semplice e comprensibile, argomenti scientifici affascinanti e di estrema attualità.

Ad aprire la conferenza è stato Domenico Palazzetti, Presidente della Sezione Veterani dello Sport di Viterbo e del Panathlon Club di Viterbo.
Relatori sono stati i seguenti scienziati:
Prof.ssa Anna Di Ciaccio

Docente di Fisica Università di Roma – Tor Vergata e Responsabile Atlas per l'Italia oltre che coordinatrice delle 13 Università che partecipano ai progetti del Cern di Ginevra.

Prof. Rinaldo Santonico

Docente di Fisica Università di Roma – Tor Vergata, già Direttore del Dipartimento di Fisica – Tor Vergata e Project Leader del Trigger dei muoni di Atlas.

I due scienziati sono intervenuti, rispettivamente, sui seguenti argomenti: “Introduzione alla scoperta del Bosone di Higgs” e “L’importanza dello spettrometro muonico nella scoperta del Bosone di Higgs”;

a seguire ha preso la parola il Prof. Roberto Cardarelli

Docente di Fisica Università di Roma – Tor Vergata e Primo Ricercatore Istituto Nazionale Fisica Nucleare che ha illustrato in modo molto brillante: “Il Bosone di Higgs. Una sfida tecnologica”;
Presente in sala anche il giovane Prof. Giulio Aielli Ricercatore Universitario che lavora al progetto Atlas – Tor Vergata e Responsabile del progetto Europeo Realtà Aumentata.

A fare da moderatore nel corso della conferenza è stato Salvatore Fratejacci socio della Sezione UNVS di Viterbo.
“Mi preme ringraziare pubblicamente, tutta l’ equipe organizzativa dei Veterani e del Panathlon per la riuscita dell'evento – afferma soddisfatto Domenico Palazzetti presidente dei Veterani in merito all’evento – il Comune di Viterbo che ha patrocinato l'evento e il Magnifico Rettore dell'Università della Tuscia, il Prof. Alessandro Ruggieri, che ci ha concesso la prestigiosa Aula Magna e ha voluto presenziare e salutare direttamente i massimi esponenti della ricerca scientifica internazionale”.

“Il successo dell'evento è dovuto ad un lavoro di squadra, sono stati coinvolti e sollecitati oltre all'Università della Tuscia, il Liceo Scientifico “Paolo Ruffini”, il Liceo Classico Mariano Buratti, gli Istituti Tecnici, il Provveditorato agli Studi e le scuole paritarie, i Club Service e le Scuole Allievi Marescialli sia dell'Esercito che dell'Aeronautica Militare. Ringrazio il Colonnello Paolo Briancesco che ha inviato una rappresentanza di Allievi della scuola Aeronautica in sostegno all'iniziativa”.

Il ringraziamento finale Domenico Palazzetti l’ha rivolto a “tutti i partecipanti che, oltre ai soci dei due Club, hanno gremito la sala in ogni ordine di posti: professori, cittadini e studenti assetati di conoscenza che si sono intrattenuti fino alla fine per ascoltare, prendere appunti e applaudire i relatori”. 

GALLERIA FOTOGRAFICA